Posts in Coaching sul Lavoro

Diventare un manager di successo grazie al coaching

Coaching sul Lavoro

19 luglio 2013

Lasciarvi gestire da un programma di coaching vi aiuterà a diventare dei manager più efficaci e produttivi sul lavoro, indirizzandovi con più forza verso il successo.

Si è soliti rivolgersi ad esperti di coaching per raggiungere degli obiettivi ben specifici, su cui si lavora insieme fino a raggiungimento acquisito. Qui di seguito mostriamo un elenco di alcuni degli obiettivi più tipici:

coaching1

Tiro alla fune di Peter Griffin

- “Voglio diventare il miglior manager che posso essere con le mie capacità” (l’obiettivo più diffuso);

- “Voglio operare una transazione senza problemi dall’essere un lavoratore qualsiasi all’essere un manager di successo, da esempio per gli altri”

- “Voglio aiutare il mio gruppo a raggiungere i nostri obiettivi”

- “Voglio liberare i talenti nascosti dentro di me, per realizzare più di quanto avrei mai creduto possibile”

- “Voglio riconoscere le reali motivazioni e le vere capacità della mia squadra di lavoro”

- “Voglio organizzare nel modo migliore le attività del mio gruppo per raggiunger i risultati sperati”

- “Voglio proteggere gli elementi della mia squadra di lavoro da pressioni conflittuali esterne”

coaching2

Wax Crayons di George Hodan

Questi sono solo alcuni esempi degli obiettivi-target che il coaching può aiutarvi a raggiungere. Globalmente, può essere fondamentale per l’intera crescita aziendale, per individuare le priorità sugli sforzi per il raggiungimento degli obiettivi, per scoprire inedite prospettive.

Perché i manager possono aver bisogno del coaching? Semplice, perché fare bene un lavoro è molto diverso dal riuscire a gestire un insieme di persone che lavorano. In quest’ultimo caso è richiesto un insieme di più abilità: riuscire a comprendere le persone che sono davanti, le loro propensioni e le loro motivazioni. Con il coaching le curve di apprendimento dei manager, in questo senso, possono accelerarsi rapidamente.

A volte, perfino i manager affermati si trovano nell’incapacità di far ottenere alla loro squadra di lavoro il massimo possibile. Anche se si è su una buona strada, si può comunque essere al di sotto della massima efficacia per una serie di fattori, ad esempio mancanze dei requisiti necessari alla gestione di un certo lavoro o nel rispondere alle circostanze che si generano. Aumentare la produttività, allora, è un obiettivo che si raggiunge non esigendo più ore di lavoro, ma l’approccio ideale è quello di diventare ancora più produttivi come manager, aumentando l’efficienza complessiva e la produttività del tuo team in meno tempo e con meno sforzo.

Ecco perché il coaching aiuta a scoprire le proprie qualità e contemporaneamente a individuare le motivazioni più importanti negli altri, gestendo in maniera ottimale attività e persone, migliorando la comunicazione con gli altri e le proprie attitudini di leader.

Il segreto del successo sul lavoro? La passione

Coaching sul Lavoro

19 luglio 2013

passione--13597096694PIMolte volte vi sarà capitato di sentire da persone di successo che vi sembrano felici, una parolina magica che salta subito all’orecchio. Ad esempio, espressioni come: “Faccio tutto con passione”, oppure “Quando fai qualcosa con passione è più facile superare i problemi” o ancora “La passione mi da energia”.

Persone diverse, che però mostrano di credere tutte alla stessa “cosa”: la passione.

Non è un caso, perché è proprio facendo qualcosa con passione che potrete arrivare dove volete, o almeno trovare tutti i modi possibili per arrivarci. Per poter essere veramente soddisfatti di ciò che stiamo facendo, è necessario capire qual è la nostra passione, dove ci guida anche facendo il nostro lavoro. Tuttavia è una domanda da porsi con cautela: alcune persone passano così tanto tempo a pensarci senza trovare risposta tanto da cominciare a sentirsene frustrate. In questi casi succede che dimentichiamo un aspetto fondamentale: la passione non è nella nostra mente, quindi non possiamo trovarla lì per quanto si cerchi. La nostra passione, invece, vive veramente nel nostro cuore ed è difficile da trovare perché solitamente è lei che ci trova.

In pratica, la passione è già dentro di noi, nel nostro cuore, e dobbiamo solo lasciare che le nostre esperienze la facciano scoprire. Ad esempio, cominciando dall’infanzia, un bambino non sa che ama mangiare delle caramelle finché non le ha trovate e assaggiate. Crescendo, una adolescente non sa che potrebbe piacerle ballare finché non lo prova. Forse, se ne è accorta man mano vedendo altri ballare e chiedendsi “come ci si sente a ballare?”. Ma non prenderà sul serio questa domanda, che rimane nel calderone dei suoi pensieri fino a quando la possibilità di ballare non si verifica, scoprendo che in realtà è qualcosa che ama.

Più o meno la stessa cosa avviene con la passione, è già dentro di noi, bisogna scoprirla, ma non ci si deve assillare per scoprirla.

Altre volte ci sono dei momenti in cui abbiamo già un’idea di quella che è la nostra passione, ma non la perseguiamo perché non ci crediamo abbastanza. Ad esempio, siete fortemente interessati alla pittura, ma vi sentite sempre dire che l’arte non porta denaro e a questo credete voi stessi così che quest’interesse non viene più coltivato. Le nostre convinzioni possono essere limitanti così come le nostre paure e il nostro ego.

Esistono però quattro semplici domande che aiuteranno a concentravi più sul cuore che sulla mente, per far chiarezza circa la vostra passione. Esse serviranno per eliminare le nostre convinzioni autolimitanti, riallineare la testa al cuore e far chiarezza con la vostra passione interiore:

  1. Cosa ti piace fare?
  2. Cosa ti piace imparare?
  3. Quale attività ti piacerebbe fare, se solo ne avessi una possibilità?
  4. Quali argomenti ti esaltano, facendoti sentire una sensazione di particolare interesse?

Fare un qualcosa che vi piace vi darà tanto e vi aiuterà ad affilare tutte le armi necessarie per avere successo. Anche perché, se siete appassionati di ciò che fare, non vi stancherete mai di farlo perché sarà un piacere!

Il percorso per scoprire le passioni non è così semplice, per questo il personal coach può essere molto utile anche per definirle e per perseguirle con successo.